Città di Mantova
Home arrow Informazioni arrow Il Palazzo degli studi

Il Palazzo degli studi

PDF Stampa

La Biblioteca comunale Teresiana ha sede in un’ampia ala del gesuitico Palazzo degli Studi, costruito tra il 1753 e il 1763 su disegno dell’architetto bolognese Alfonso Torreggiani. L’edificio era inserito nel complesso architettonico del Collegio dei gesuiti fondato nel 1584, che insieme alla Biblioteca comprende oggi e l’Archivio di Stato con l’annessa chiesa della SS. Trinità, completata nel 1605 e il liceo classico Virgilio.
Il Palazzo, che occupa da solo un intero isolato, rappresenta un’ideale unità urbanistica, storica e culturale con il Palazzo Accademico, terminato nel 1775 al fine di ospitare le accademie preesistenti riformate nella Accademia Reale di scienze, lettere e arti: il progetto si deve all’architetto Giuseppe Piermarini, la realizzazione dei lavori all’architetto Paolo Pozzo, mentre per le adunanze accademiche fu commissionata all’architetto di rinomanza europea Antonio Galli Bibiena l’edificazione dello scenografico Teatro Scientifico, terminato nel 1796.
La Biblioteca pubblica, inaugurata nel 1780, trovò sede al primo piano del Palazzo degli studi, in due ampi locali del Collegio gesuitico che furono riadattati su progetto dell’architetto Paolo Pozzo: la prima sala teresiana, di cui Pozzo progettò le grandi scaffalature in noce disposte su due piani riferendosi allo stile di Fischer von Erlach, architetto della Hofbibliothek di Vienna, e la seconda sala teresiana, strutturata con scaffalature lignee su tre piani, divenuti quattro dopo la seconda guerra mondiale. Entrambe le sale, dotate di scale interne e ballatoi, donano ancora oggi agli ambienti solennità e decoro.
Intorno al 1930 la Biblioteca si ampliò occupando il lungo corridoio, anch’esso al secondo piano dell’edificio, che fino al 1915 era adibito a museo antiquario ed esponeva antiche statue e iscrizioni marmoree, tra il 1915 e il 1925 trasferite a Palazzo Ducale.
Nel 1930 il corridoio fu diviso in sale di consultazione, uffici e magazzini, e nel 1932 fu creata la Sala dei Libri Rari. Un secondo intervento di ristrutturazione, che interessò le sale di studio, gli uffici, i magazzini e la scala di accesso, avvenne nel 1959. Un terzo, iniziato nel 1995, è ancora in corso, e prevede il restauro e la messa a norma di tutto l’edificio occupato dalla Biblioteca, comprese le due sale teresiane. Dal 2001 sono stati riattivati alcuni servizi in alcune salette accessibili da via Dottrina Cristiana n. 6/A, i servizi di studio del libro antico, informazione bibliografica, consultazione e prestito del libro moderno e della sezione Mantova.


Biblioteca comunale, Museo statuario

AVVISO

Si invitano gli utenti interessati alla consultazione dei testi antichi, rari e di pregio, a prenotarli via mail.

in evidenza

Art bonus

Sostienici con una erogazione liberale a favore del Restauro legature di opere della Biblioteca Teresiana

artbonus.png

collegati al sito


Gazzetta di Mantova
(1901-1986)

Si è conclusa la digitalizzazione della Gazzetta di Mantova fino all'anno 1986.
I numeri dal 1901 al 1986 sono consultabili sul sito della BDL (Biblioteca Digitale Lombarda).
A breve saranno disponibili anche sulla nostra Biblioteca Digitale, dove già sono consultabili i numeri precedenti dal 1665 fino al 1901.


visita Sale Teresiane

A causa del sensibile aumento dei visitatori, si comunica che l'accesso alle Sale monumentali è consentito soltanto nei seguenti orari:
MATTINO
ore 10.30 e ore 12.00

POMERIGGIO
ore 15.30 e ore 17.00

I gruppi organizzati sono invitati comunque a prenotare ciascuna visita, prendendo contatti diretti (telefono o email) con la Biblioteca.